I rincari delle commodity, in particolare gas ed energia elettrica, rischiano di bloccare le imprese

Studi e Documenti

Dati e analisi di Settore costituiscono la base di partenza delle attività di rappresentanza e delle interlocuzioni della Federazione con le Istituzioni, nazionali ed europee, e i diversi stakeholders

Centro Studi Confindustria Rapporto Scenari Industriali

Novembre 2020 | Convegno “Innovazione e resilienza: i percorsi dell’industria italiana nel mondo che cambia”.
Il futuro della manifattura italiana, in un quadro in cui appare sempre più urgente rafforzare la capacità di competere delle nostre imprese.
Panel: Gian Maria Gros-Pietro (Presidente del Consiglio di Amministrazione di Intesa Sanpaolo) e Fabiano Schivardi (Professore di Economia Università Luiss Guido Carli).
E’ intervenuto il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli.

Centro Studi Confindustria Rapporto

Ottobre 2018 | Il Rapporto “Dove va l’economia italiana e gli scenari di politica economica” evidenzia un generale rallentamento dell’economia italiana, si focalizza sulle misure di politica economica per l’autunno, tali da invertire il trend.

Centro Studi Confindustria Rapporti Scenari Industriali

Novembre 2017 | “Innovazione: gli effetti su lavoro e performance delle imprese. La posizione dell’Italia nelle catene globali del valore”.
Cina e Stati Uniti restano in testa nella classifica dei paesi industrializzati con quote invariate di valore aggiunto mondiale rispettivamente al 29,5% e al 19,0%. Stabile anche la 7ª posizione dell’Italia con una quota costante del 2,3%, il secondo miglior piazzamento europeo dietro alla Germania, al 5° posto.

Centro Studi Confindustria Rapporto

Ottobre 2020 | Il Rapporto “Un cambio di paradigma per l’economia italiana: gli scenari di politica economica” contiene le previsioni per l’economia italiana nel 2020 e 2021 e discute gli scenari di politica economica.

Centro Studi Confindustria Rapporto

Marzo 2019 | Il Rapporto “Dove va l’economia italiana e gli scenari geoeconomici” evidenzia la stagnazione dell’economia italiana e la recessione evitabile grazie all’export.

Centro Studi Confindustria Rapporto

Giugno 2018 | Il Rapporto degli scenari economici “Dove va l’economia italiana e una proposta per l’eurozona”.
Materiali disponibili

CSC – I rincari delle commodity, in particolare gas ed energia elettrica, rischiano di bloccare le imprese

Massimo Beccarello e Ciro Rapacciuolo
• L’aumento dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali, iniziato dagli ultimi mesi del 2020, è ampio e diffuso. Per il petrolio si tratta di un recupero più che pieno, dopo il crollo dovuto alla prima ondata di pandemia (+13% a dicembre 2021 su fine 2019). Per il rame, invece, di un enorme rincaro (+57%), così come per il cotone (+58%). A questi rincari si è sommato lo scorso anno il balzo del costo dei trasporti marittimi, anche questo piuttosto persistente. Di recente, negli ultimi mesi del 2021, si è aggiunta l’impennata del gas naturale in Europa, che oggi è la commodity che mostra di gran lunga il maggior rincaro (+723%).
leggi…